Di cosa ci occupiamo

Disturbo di dismorfismo corporeo

Gli individui che ne soffrono sono preoccupati per uno o più difetti o
imperfezioni percepiti nel loro aspetto fisico, che ritengono essere brutto, non attraente, anormale o deforme. Secondo il DSM-5 (American Psychiatric Association – 2014, Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Quinta edizione, DSM-5. Ed. Raffaello Cortina, Milano), i principali criteri diagnostici sono:

  1. Preoccupazione per uno o più difetti o imperfezioni percepiti nell’aspetto fisico, che non sono osservabili o appaiano agli altri in modo lieve;
  2. Ad un certo punto, durante il decorso del disturbo, l’individuo ha messo in atto comportamenti ripetitivi ( per es. guardarsi allo specchio, curarsi eccessivamente del proprio aspetto, stuzzicarsi la pelle, ricercare rassicurazione) o azioni mentali ( per es. confrontare il proprio aspetto fisico con quello degli altri) in risposta a preoccupazioni legate all’aspetto;
  3. La preoccupazione causa disagio clinicamente significativo o compromissione del funzionamento in ambito sociale, lavorativo o in altre aree importanti;
  4. La preoccupazione legata all’aspetto non è meglio giustificata da preoccupazioni legate al grasso corporeo o al peso in un
    individuo i cui sintomi soddisfano i criteri diagnostici per un disturbo alimentare.
dismorfismo corporeo

Richiedi informazioni 392-0979327

Fissa un appuntamento presso il nostro Studio di Psicologia & Psicoterapia